Asinello

Perché facciamo birra

Una storia d’amore quella tra me e la birra. Nata per caso tra le mura domestiche. Un gioco: produrre birra per gli amici. Gli esordi con kit luppolati, poi il mondo all grain che ha favorito un personalissimo metodo di birrificazione sino all’idea di un birrificio artigianale. Le storie d’amore, quelle vere e serie, hanno bisogno di una casa, di un progetto e di un orizzonte. Hanno bisogno di amici. In tanti mi sostengono sin dalle origini, ma due in particolare hanno deciso di condividere questa avventura: Francesco, esperto commerciale e innamorato come me del divin luppolo e Angela, indispensabile per bilanciare i nostri limiti caratteriali. Così quel divertimento domestico è diventato “Il Caduceo”, birrificio artigianale il cui nome è simbolo del mio più antico amore e della mia professione: la Medicina Veterinaria.

L’attaccamento alla natura, alle tradizioni rurali, alla campagna trasformata dal lavoro umano diventa emblema spumeggiante e dissetante passione da condividere fra amici.

I primi frutti di questa avventura, chiamata “Il Caduceo”, sono Capa Tosta, Corno d’Oro e Cresta Rossa. Tre birre legate ad altrettante razze d’allevamento tipiche pugliesi; rispettivamente: asino di Martina Franca, capra garganica, gallo leccese. Non si possono descrivere. Vanno provate, perché, come diceva Shakespeare, “un bicchiere di birra è un pasto da re!”.

L’amministratore unico
Dr. Pierluigi Patrono

Firma Pierluigi